Giornata mondiale contro l’AIDS

1)Cos’è l’AIDS?

La sigla AIDS significa “Sindrome da immuno-deficienza acquisita”. Le persone malate di AIDS sono colpite da un virus chiamato HIV che distrugge le difese immunitarie dell’organismo, rendendolo vulnerabile a malattie, infezioni, funghi e batteri che, in condizioni immunitarie normali, sarebbero facilmente guaribili.

2)Quali sono i metodi di trasmissione del virus?

Il virus dell’Hiv è presente nei seguenti liquidi biologici:

  • sangue liquido pre-eiaculatorio
  • sperma
  • secrezioni vaginali
  • latte materno

Il virus si trasmette quindi attraverso:

  • sangue infetto (stretto e diretto contatto tra ferite aperte e sanguinanti, scambio di siringhe)
  • rapporti sessuali (vaginali, anali, orogenitali), con persone con Hiv, non protetti dal preservativo
  • da madre con Hiv a figlio durante la gravidanza, il parto oppure l’allattamento al seno.

3)E’ possibile guarire dal virus HIV?

Attualmente, non è possibile guarire dall’HIV, né vi sono vaccini per prevenire il contagio.

E’ possibile tuttavia combattere il virus e condurre una vita normale attraverso una terapia anti-retrovirale, allo scopo di ridurre la carica virale e migliorare le condizioni del sistema immunitario.

4)Cosa fare in caso di presunto contagio?

Nel caso di contagio, è opportuno innanzitutto mantenere la calma e recarsi presso il proprio medico di fiducia.

E’ possibile scoprire la siero-positività attraverso un apposito test: affinché il risultato sia corretto, è necessario effettuarlo a tre mesi dall’ultimo comportamento a rischio.

5)Esiste un modo per proteggersi dal contagio?

Vanno innanzitutto evitate le pratiche a rischio(vedi punto 2).

Nel caso di rapporti sessuali, il modo più efficace per prevenire il rischio di contagio è l’uso corretto del preservativo all’inizio di ogni rapporto, evitando che si sfili e/o che si rompa.

Per un uso corretto del preservativo, visita il sito http://www.avert.org/condom.htm.

6)Quali pratiche sessuali NON sono a rischio?

Sono sicure tutte quelle pratiche nelle quali non vi è alcun contatto tra sangue/sperma e mucose, ferite aperte, bocca e occhi.

7)…e il sesso orale?

Il sesso orale è considerato una pratica a basso rischio di trasmissione, nel caso in cui lo sperma non entri in contatto con la bocca e con altre ferite e mucose.

Attraverso il sesso orale è comunque possibile prendere altre malattie a trasmissione sessuale (gonorrea, sifilide), quindi è sempre opportuno usare il preservativo.

8)Dove si può effettuare il test a Frosinone?

E’ possibile effettuare il test GRATUITO dell’HIV presso l’Ospedale Umberto I di Frosinone, dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 09 alle 13, presso l’Unità Operativa AIDS.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...